venerdì 23 aprile 2010

That's what friends are for

Sarzana. La Spezia. Liguria. Italia. Europa. Mondo. Pianeta terra. Via Lattea. Universo. Due giovani si apprestano a scendere dalla macchina per fare un giretto. Slaccio la cintura e faccio per aprire la porta. Vengo bloccata immediatamente. "Aspetta Ale aspetta...". Mi giro per guardare quale evento catastrofico mi avrebbe impedito di aprire la portiera. "C'è un pazzo dietro di te!". ?!. "Un pazzo? Dietro di me? Ma qui in macchina?". Comincio a guardarmi intorno, intimorita. "No, no ora se ne è andato. Stai pronta, la mio tre dobbiamo uscire e correre via, se indugi ti lascio qui" O_O "Non so se sono pronta!". "Non importa, 3-2-1 via!"

And I never thought I’d feel this way
And as far as I’m concerned
I’m glad I got the chance to say
That I do believe I love you
And if I should ever go away
Well, then close your eyes and try to feel
The way we do today
And then if you can remember
Keep smilin’, keep shinin’
Knowin’ you can always count on me, for sure
That’s what friends are for
For good times and bad times
I’ll be on your side forever more
That’s what friends are for

"Senti che bella questa canzone...". Mi levo le mie ingombranti cuffie. Questa canzone non credo di averla mai sentita. "Ma come non lo conosci? E' Pago! Vorrei sapere che tipologia di musica hai in quell'I-Pod!". In effetti non lo conosco. Il treno continua a correre. Che poi correre...va alla sua andatura. La prossima fermata è La Spezia Migliarina. "Via Roby scenderò...". "Ma come scendi?!". "Eh si...". "Ti viene a prendere Marzia?". "No, sono con l'autobus...". "...Ma...anche io prendo l'autobus!" Quello che succede dopo questa affermazione è riassumibile in una frase breve. Ridere fino a piangere.

Well, you came and opened me
And now there’s so much more I see
And so by the way I thank you
Whoa, and then for the times when we’re apart
Well, then close your eyes and know
These words are comin’ from my heart
And then if you can remember, oh
Keep smiling, keep shining
Knowing you can always count on me, for sure
That’s what friends are for
In good times, in bad times
I’ll be on your side forever more
Oh, that’s what friends are for

Scemite: terribile malattia che colpisce persone di tutte le età quando non possono fare a meno di ridere anche per la più piccola delle stupidate. A noi ci coglie spesso. I precedenti episodi sono solo due dei tanti. Ve ne potrei raccontare altri cento. E so anche a chi dare la colpa. A un paio d'occhi. Che magari per me non saranno i più belli del mondo, ma non per questo meno importanti. Sono gli occhi che cerco nelle fredde giornate pisane, nelle situazioni difficili e anche e soprattutto nei momenti di scemite. Sono gli occhi di una persona straordinaria. Credete che non esista la perfezione? Vi sbagliate. Esiste la persona perfetta. E io la conosco. E vi svelerò un segreto, è proprio quando quella terribile malattia ci colpisce, che sono fiera di conoscerla. Ieri, ha scritto una cosa. "Perchè in fondo amicizia vuol dire essere scemi insieme". That's what friends are for. Ecco a cosa servono gli amici. Ecco un'altra ragione per cui mi servi tu :)

Only for you, the shadow of perfection,
Yours faithfully,

Sandra Lovegood

Nessun commento:

Posta un commento